OMAN - Muscat

Primavera in Festa al Profumo di Rose

  • Tour individuali
  • 9 giorni / 8 notti
  • standard 3 / 4 stelle , 5 stelle
  • Come da Programma

Tra Marzo ed Aprile, fino a Maggio, proprio durante le "Feste di Primavera", in Oman si assiste ad uno spettacolo inconsueto, che sa dell'incredibile: a Jabal Akhdar, una delle cime dell'Hajar, sui plateau verdeggianti, fioriscono le "Rose". L'aria profumata si sparge tutt'attorno, inebriando i visitatori increduli.
Questo è un tour dagli aspetti inediti, che vi farà entrare a contatto con la vita reale, conoscere le arti antiche dei profumieri e la cucina omanita, che si tramandano da generazioni.
E' anche un'occasione per ammirare da vicino due diverse realtà paesaggistiche: quella moderna della Capitale, Muscat, dalle casette bianche e basse, quanche tocco di colore sui merletti, cornici per i tetti piatti.
Dovunque si possono ammirare forme architettoniche perfette, affacciate su strade ampie e dritte: nulla disturba quest'ordine. 
Poi si attraversano le Montagne rocciose dell'Hajar, alle spalle; ed ecco apparire Paesini silenziosi, dai ritmi lenti, le Oasi ed il Deserto Rosso. Possenti fortezze si ergono a protezione di questa quiete immutata, il baratro del Gran Canyon pare il "Centro dell'Universo": il vostro hotel vi attende davanti a questa immensità, immerso nella natura, pronto ad ospitare chi desidera inebriarsi in un Mondo Incantato. 

Partenze a Date Libere
Guida in Italiano o in Inglese - Auto fuoristrada
Voli Esclusi: li prenoteremo su vostra richieste

Dettagli

OTTIME QUOTE per piccoli o grandi Gruppi di Amici... approfittatene! 


CONSIGLIAMO la partenza  dall'Italia il SABATO con arrivo a Muscat la DOMENICA, per poter effettuare il tour nel modo più interessante e completo... 

Programma di viaggio:
è possibile avere l'assistenza sia della guida in INGLESE che in ITALIANO (vedere alla voce Supplementi Quote)

1° giorno – Domenica: Muscat


Pasti:  Cena
Mezzi di trasporto: Auto / Van / Mini Bus

All’arrivo all'aeroporto internazionale di Muscat, si espleteranno le formalità per l’ottenimento del Visto di immigrazione e il ritiro dei bagagli. Il passaggio della dogana e la raccolta dei bagagli sono formalità semplici e veloci. 
In seguito, sarete accolti dalla vostra guida. Trasferimento in hotel per il check-in. 
Se arriverete in hotel prima delle ore 14 (orario di consegna delle camere), potrete attendere usufruendo dei servizi della struttura oppure prenotare una camere in early check in tramite i nostri servizi o direttamente in loco – secondo disponibilità (con Supplemento).
Alle ore 16.00 incontrerete la vostra guida (in italiano) per le interessanti escursioni pomeridiane nella Capitale omanita, Muscat, il "gioiello d'Arabia", è una città verde ed elegante. E' situata in magnifica posizione sul mare cristallino, con aspre montagne alle spalle, dove la città moderna contrasta piacevolmente con quella più antica 
Primo pomeriggio: visita del Museo etnografico Bait Al Zubair, un'abitazione privata ora adibita a museo, dove si trovano esposti: abiti, costumi, utensili, armi, gioielli tipici dell’Oman. Proseguimento per l’Alam Palace, il Palazzo del Sultano, dalle tipiche architetture di fine anni '70 – ai lati del palazzo sono poste due colonne che rappresentano i fiori di loto. Infatti il Sultano è un grande amante dei fiori, e tutt’attorno vedrete un bellissimo giardino fiorito.
E' prevista una sosta per scattare foto. Si raggiungeranno quindi i Forti di epoca portoghese Jalali e Mirani, situati all'ingresso dell'antico porto, a protezione dell'antica città di Muscat (solo visite esterne). Proseguimento per il souq di Mutrah dove sarà possibile fare una passeggiata e interessanti acquisti di prodotti di artigianato locale e di altre provenienze: è il mercato degli omaniti. 
Successivamente vii recherete la Royal Opera House, l’unico Teatro lirigo della Penisola Arabica. Potrete scattare foto molto interessanti e visitare le aree aperte al pubblico.
Vi recherete quindi in un bel ristorantino tipico, per gustare la cena a base di pesce appena pescato: il “Fish Restaurant”, nei pressi del Fisch Market… il Mercato del pesce di Muscat.  
Rientro in hotel per il pernottamento presso “Al Falaj Hotel” 4 stelle, con sistemazioni nelle camere Standard.


2° giorno – Lunedì: Muscat – Nizwa – Bahla – Jabrin –  Birkat Al Mawz – Jabal Akhdar


Pasti: Colazione e Cena 
Mezzi di trasporto: Auto, Van o Minibus + 4WD Shuttle

Colazione in hotel. Questa giornata interessantissima, vi porterà a Nizwa, l’antica Capitale dell’Oman,  culla dell'Islam nel Sultanato. Importante centro religioso da oltre un millennio, ebbe un periodo di prosperità durante il regno della dinastia di Ya'ruba, al potere nel Paese dal 1624 al 1744. Possiede una delle più antiche Moschee al Mondo (non visitabile).
Si potrà invece visitare il forte e la sua Torre di Guardia. Dal camminamento del forte, potrete godere di una vista che si estende sulla regione e sui suoi palmeti, tra cui, al primo piano, la cupola blu e oro della Moschea. 
Si proseguirà per il caratteristico souq, con i negozi di artigianato e spezie, datteri frutta e verdura. Il souq conserva ancora l'atmosfera di un tempo: è fra i più tradizionali ed ineressanti dell'Oman.
Arrivo a Bahla, città storica, un tempo circondata da 12 chilometri di possenti mura, dove si trova l'imponente forte posto sotto la protezione dell'UNESCO come Patrimonio Mondiale dell'Umanità. Si effettuerà una sosta in posizione panoramica per cogliere l'insieme di questa caratteristica cittadina. 
Partenza per Jabreen e visita al castello, costruito nel 1675 dall’ Imam Sultan bin Bil'Arab come sua residenza secondaria. E' famoso per i bellissimi soffitti dipinti, le pareti decorate con arabeschi, le griglie delle porte e delle finestre in stucco o in legno pregiato.
Succesivamente si visiterà il caratteristico villaggio di Birkat al Mouz, immerso in un lussureggiante palmeto dove si trova il Falaj posto sotto la protezione dell'Unesco.
Partenza per Jabal Akdar, la montagna Verde, una delle più alte dell'Hajar. La località è famosa per le coltivazioni di rose, che fioriscono su terrazzamenti situati lungo i pendii della montagna. Jabal Akdar, oltre che per la bellezza del paesaggio, è famosa per la produzione dell'acqua di rose, usata sia per uso cosmetico che per uso alimentare.
Nei mesi di Marzo ed Aprile sono previste particolari escursioni per la visita ai terrazzamenti coltivati a rose e alla loro lavorazione. Sarà un’escursione  interessantissima che vi permetterà di conoscere anche questo aspetto della realtà locale.  
Vi recherete quindi presso il vostro splendido hotel 5 stelle “Anantara Jabal Akhdar”, in prossimità del Canyon, spettacolare cratere di rocce a strapiombo su un enorme baratro, parte della catena dell’Hajar. Cena e pernottamento.
La SPA di questo resort si è aggiudicata il primo premio nella categoria Spa & Wallness degli AHE AD AWARDS. Si tratta di una struttura incastonata nelle rosse e con un panorama eccezionale che offre una vasta gamma di trattamenti e rituali purificanti.
Offriamo una 2° alternativa con penottamento a Nizwa presso un ottimo hotel, in stile arabo "Golden Tulip 4 stelle" (vedere differente quotazione).



3° giorno – Martedì: Jabal Akhdar - Wadi Bani Khabid - Al Ain - Jabal Akhdar o Nizwa


Pasti: Colazione, Pranzo e Cena 
Mezzi di trasporto: 4WD Shuttle

Colazione in hotel. Visita del “Saiq Plateau, il “frutteto dell’Oman”, a Jabal Akdar… è la località più fertile in terra omanita, dove si coltivano melograni e “rose damascate, preziose per la preparazione di profumi, l'acqua di rose,  prodotti omeopatici e altre importanti lavorazioni.
Si proseguirà quindi per l’Oasy di Wadi Bani Habib (da non confondere con l’oasi di Wadi Bani Khalid…), un villaggio situato sopra un altopiano che si affaccia su una valle ricca di vigneti e frutteti, alberi di mandorle, melograni, albicocche e pesche. Il villaggio è composto sia da antiche rovine sia da edifici recenti.
Proseguirete per i villaggi di Al Ain, conosciuto per le sue scale che collegano i vari livelli del villaggio, ed Aqur.
Pranzerete presso una “famiglia omanita” e avrete quindi l’occasione davvero speciale di conoscere la popolazione, i piatti cucinati dalle loro donne, e la preziosa accoglienza. Gli omaniti sono soliti aspergere gli ospiti con acqua di rose… offrire il caffè (preparato in modo differente rispetto alla nostra tradizione), e i datteri, di cui vantano oltre 100 qualità.
Potrete quindi visitare una “Rose Factory”, laboratorio in cui si lavorano i petali di rosa (che può cambiare in base al prodotto a cui saranno destinate). 
Cena e pernottamento sempre presso il bellissimo hotel “Anantara Jabal Akhdar” 5 stelle"Si tratta di un bellissimo hotel, inaugurato recentissimamente, immerso nella natura:  situato in posizione appartata sull'orlo del Grand Canyon dell'Oman, ideale per viaggiatori amanti delle bellezze incontatmiate ed esigenti.
E' il più alto resort a 5 stelle del Medio Oriente e offre la vista panoramica dalla piscina a sfioro a bordo della scogliera. 
La tipologia di hotel potrà essere variata in base alle vostre richieste: per esempio potrete esaminare la nostra 2° opzione con pernottamento in a Nizwa, presso l'hotel in stile arabo "Golden Tulip 4 stelle" (vedere differente quotazione alla voce apposita). 


4° giorno – Mercoledì:  Jabal Akhdar – Al Hamra – Jabal Shams – Misfat – Nizwa 


Pasti: Colazione, Pranzo e Cena 
Mezzi di trasporto: 4WD Shuttle

Prima colazione in hotel e proseguimento per Al Hamra, bellissimo villaggio semiabbandonato, con le case di fango, circondato da un lussureggiante palmeto. Si potrà visitare il paesino in tranquillità, passeggiando tra le case all'interno del villaggio, entro le quali scorrono ancora i Falaj (acqua incanalata proveniente dalle montagne, Patrimonio dell'Unesco). Ammirerete scorci paesaggistici molto particolari.
Al Hamra è una delle “Città Storiche” meglio conservate del Paese e vi si trova la “Casa del museo vivente Bait Al Safah”.
Durante questa interessantissima escursione, passeggerete tra l'antico edificio abbandonato e le vecchie case. Entrerete nel museo e conoscerete le tradizioni omanite, con uomini e donne che mostrano pratiche antiche. Le donne riprodurranno per voi i gesti dei mestieri di altri tempi: la produzione di farina, di medicinali in polvere, frittelle locali... Durante la visita vi saranno offerti un ottimo caffè dell'Oman (kawa) e datteri, di cui vanta ben 100 qualità.
Proseguirete per la visita al famoso “Gran Canyon”, un immenso cratere a strapiombo tra rocce variopinte.
Si proseguirà sempre in auto fuoristrada 4WD verso Misfah, per una sosta fotografica e una bella passeggiata tra i palmeti..
Si tratta di un paesino tra le rocce, una piccola meraviglia arroccata sul bordo di un canyon, nel cuore di un’arida montagna.
Potrete passeggiare per le sue strade strette con mura di fango, ammirare i “falaj e il loro utilizzo nella vita quotidiana da parte degli abitanti, sarete cullati dai suoni della vita del villaggio. I Falaj sono tutelati dall'UNESCO e fonte di vita in Oman: trasportano l'acqua dalle montagne sopra e sotto il terreno, da Nord a Sud, garantendo la vita in un Paese che è per l'80% desertico.
Giungerete quindi presso “Falaj Daris Hotel” 3 stelle sistemazione in Standard rooms, o differente sistemazione che consenta la vicinanza dei bambini – cena e pernottamento.


5° giorno – Giovedì:  Nizwa - Sinaw – Wahiba Sands

Pasti: Colazione e Cena
 
Mezzi di trasporto: Van o Minibus + 4WD Shuttle

Colazione in hotel. Partenza per Sinaw; visita del mercato, uno dei più caratteristici del Sultanato, che si tiene ogni Giovedì.
Il mercato di Sinaw è famoso per la compravendita dei dromedari, ma anche per il commercio di generi alimentari e spezie: qui è possibile incontrare le donne beduine con le tipiche maschere che coprono il volto, e gli anziani in abito tradizionale. Gli omaniti non amano essere fotografati, quindi è consigliato chiedere sempre il permesso.
Proseguirete per l’ingresso nel maestoso deserto di Wahiba Sands, una vasta distesa di dune color arancio intenso, alcune alte più di 200 metri. Questo è l'habitat naturale dei beduini da più di 7000 anni. 
Lungo la strada, potrete scoprire caratteristici borghi, alcuni dei quali daranno l'impressione che il tempo si sia fermato (soste fotografiche). 
Arrivati a Al Mintrib Station, troverete gli autisti che effettueranno la consueta operazione di sgonfiamento delle gomme, per avere maggior attrito sulla sabbia del deserto. Vi accompagneranno al Campo Tendato Arabian Orix, un insieme di casette dotate di aria condizionata e servizi igienici.
Al vostro arrivo sarete accolti dai beduini con il caffè omanita, frutta fresca e bevande rinfrescanti. Cenerete sotto le stelle accompagnati da canti e suoni degli oud, antichi strumenti a corda, simili al liuto.
Prima del pernottamento, potrete chiedere che vi vengano accesi i fuochi, vi sistemerete su tappeti variopinti posati nella sabbia e ammirerete le tantissime stelle in questo cielo infinito. Pernottamento all’accampamento in sistemazioni Standard.


6° giorno – Venerdì:  Wahiba Sands – Wadi Bani Khalid – Ras Al Jinz


Pasti: Colazione e Cena 
Mezzi di trasporto: Van o Minibus + 4WD Shuttle


Colazione al Campo tendato e proseguimento verso l’Oasi di Wadi Bani Khalid, unaspettacolare oasi, una delle più belle e famose dell'Oman. E' costituita da vari laghetti di acqua limpidissima, formati tra lo scorrere di un torrente che allarga e restringe il suo corso, fra le rocce bianche della montagna circostante. Qui ci sarà la possibilità di fare il bagno nelle acque smeraldine dell'oasi.  
Si proseguirà fino a giungere a Sur, graziosa cittadina, famosa per i cantieri navali. Visiterete la “Dhow Factory”, il cantiere in cui vengono costruiti i “dow” ancora con metodi tradizionali (le tipiche imbarcazioni omanite). 
Quindi si visiterà l'area di Ras Ayqah, con il grande faro situato sulla collinetta sovrastante le piccole case candide, dal tetto piatto e dalle porte in pregiato teck intagliato (retaggio dei rapporti con Zanzibar, precedentemente Capitale omanita). Sosta per scattare splendide foto panoramiche sulla baia al tramonto.
Ci si dirigerà verso Ras Al Jiunz, nelle vicinanze, per la visita, in serata, al parco naturale dove, accompagnati dagli adetti del parco, assistere alla cova o al dischiudersi delle uova delle tartarughe verdi caretta (giganti): sarà un'esperienza davvero emozionante.
Il “Ras Al Jinz Turtle Reserve” 3 stelle (Carapace room) o diversa sistemazione, vi ospiterà per la cena ed il pernottamento  … è un hotel molto semplice ma con un grande vantaggio: è l’unico direttamente sulla spiaggia, che consente anche la 2°  escursione all’alba, durante la quale si potranno scattare fotografie e usare le videocamere. Questo piccolo hotel non ha molte camere, quindi si può utilizzare solo con organizzatori locali che hanno allotment, oppure prenotando con largo anticipo. Diversamente la sistemazione sarà a Sur, a circa 40 minuti di auto, e non si potrà usufruire della 2° escursione all’alba.


7° giorno – Sabato:  Ras Al Jinz – Wadi Tiwi – Wadi Shab – Bimah Sinkhole – Muscat 


Pasti: Colazione e Pranzo 
Mezzi di trasporto: Van o Minibus + 4WD Shuttle


Colazione in Hotel e partenza in direzione Tiwi, un’oasi abitata, cosa abbastanza rara: si può sostare  nei villaggi lungo il cammino e incontrare la popolazione locale, ma soprattutto  è l’ideale per rilassarsi, fare bagni nelle piscine naturali e ammirare i suggestivi contrasti tra l’acqua smeraldo, le rocce color ocra che le circondano e il verde delle palme da dattero lungo la vallata.
Si visiterà anche Wadi Shab, un’oasi tra le più belle dell’Oman, se non la più bella, abbandonata per alcuni anni in seguito all’inondazione dovuta al Tifone Gona, che l’aveva praticamente distrutta. 
Ora il turismo sta tornando con gli appassionati di trekking: infatti, per scendere e raggiungere questa oasi, si dovrà percorrere un sentiero. Sarà una passeggiata che durerà circa 1 ora e mezza, tra andata e ritorno, e richiederà solo di avere calzature idonee… chi non dovesse aver piacere di praticare questa bella passeggiata, potrà attendere in un altro luogo tranquillo, secondo le indicazioni della vostra guida.
Non ci sono bar, spogliatoi o altro, quindi è necessario organizzarsi con i costumi già indossati, oppure in modo un po spartano, ma ne vale la pena… si potrà fare un bel bagno in un ambiente molto suggestivo. Wadi Shab è l’oasi più grande… attualmente ci sono ancora parecchie palme immerse nell’acqua… da qui, gli appazzionati di trekking, si recano in escursione alle grotte nella montagna che la costeggiano.
Proseguimento fino a Bimah Sinkhole, un cratere con acque cristalline color smeraldo, dove si incontrano le acque dolci dei wadi e quella salata del mare. Si potrà fareun bagno.
Si narrano molte storie su Bimah Sinkhole, tra cui che è un cratere scaturito da un meteorite.
Ritorno a Muscat e sistemazione presso “Al Falaj Hotel” 4 stelle per il pernottamento. 
Questo hotel ha una bella piscina all’aperto, a piano terreno, e serve l’ottima cena a buffet, sia all’interno, che a bordo piscina, al lume di candela… molto suggestivo. 


8° giorno – Domenica:  Muscat – Barka – Nakhal – Rustaq  – Muscat 


Pasti: Colazione / Pranzo a pic nic e Cena
Mezzi di trasporto: Van o Minibus


Prima colazione in hotel. La giornata inizierà con la visita alla Grande Moschea, uno dei monumenti più belli ed importanti della città, il maggior simbolo dell’Islam in Oman. Raffinata ed elegante, è stata costruita tra il 1995 al 2001 per volere dell’attuale Sultano Qaboos: sono state impiegate ben 600 tessitrici persiane per realizzare il meraviglioso tappeto grande 4200 mq., (il più grande al Mondo a campata unica). La Moschea è in marmo di Carrara bianchissimo.
Proseguirete verso il Forte di Nakhal, costruito nel XVI secolo su uno sperone roccioso, che era di proprietà dell'Imam della dinastia Bani Kharous, poi Yarubah. Grazie ai recenti restauri, ora si possono osservare i mobili tradizionali e vari oggetti di artigianato locale. I soffitti, le porte e le finestre sono splendidamente decorate. 
La vista dal tetto è molto suggestiva e offre una ampia panoramica sul paesaggio circostante. 
Ma Nakhal non è famosa solo per il forte… è una importante località dalle sorgenti di acqua calda, nella zona di Al Thowarah, chiamata “Hot Springs”… un po come i nostri centri termali, salvo la differenza sostanziale che qui è tutto libero… Sosterete nell’area riservata ai visitatori per un gradevole pranzo a pic nic.
Avrete occasione di visitare anche il forte di Rustaq. Questa città,  nel XV secolo, fu capitale dell'Oman. Il Forte è dunque una struttura che risale al Medio Evo e che era destinata a proteggere le coste fertili e i porti dalle incursioni provenienti dal Deserto Arabico.
Ritorno a Muscat. Vi attende una “cena tipica araba” presso il ristorante “Karjeen”. 
Pernottamento presso l’hotel Al Falaj 4 stelle.


9° giorno – Lunedì:  Muscat 

Pasti: Colazione 
Mezzi di trasporto: Auto / Van o Minibus 


Colazione in hotel. Le camere dovranno essere lasciate libere per le ore 11.20.
Se gli orari dei voli saranno in tarda serata e se desidererete avere la camera fino alle ore 18.00, si dovrà richiedere un late check out, con Supplemento. Potrete valutare in loco (salvo disponibilità), oppure prenotarlo tramite i nostri servizi.
In ogni caso i servizi dell’hotel saranno a vostra disposizione fino alla partenza per il volo. 
Colazione in hotel. Le camere dovranno essere lasciate libere per le ore 11.20. 
Se gli orari dei voli saranno in tarda serata e se desidererete avere la camera fino alle ore 18.00, si dovrà richiedere un late check out, con Supplemento. Potrete valutare in loco (salvo disponibilità), oppure prenotarlo tramite i nostri servizi.
In ogni caso i servizi dell’hotel saranno a vostra disposizione fino alla partenza per il volo. 
Durante l'attesa del vostro volo, potrete effettuare un'interessante Crociera in barca "Dolphing Whatch" nella baia di Muscat (con supplemento), e fare una passeggiata sulla Corniche (la passeggiata a mare degli omaniti), per gli ultimi acquisti, oppure rilassarsi in un bar sul lungomare, prima della partenza. Se avrete prenotato i voli con noi, potremo assistervi fino all'arrivo in Italia.
FINE DEI NOSTRI SERVIZI.

Date e prezzi
Prezzo
Incluso/Escluso

La quota comprende:
- Tour, trasferimenti, visite, pasti: come da programma.
- Sistemazioni negli hotel e trattamento: come da programma e secondo la vostra selezione hotel per 2° e 3° giorno
- Guida parlante inglese o italiano durante tutto il tour  (secondo le vostre preferenze e con differenti quotazioni) 
- Pasti: come da programma 
- Auto fuoristrada 4x4 massimo 3/4 persone a bordo , bus o minibus: commisurati al numero dei partecipanti/ Auto Fuoristrada 4x4 obbligatorie durante le escursioni sulle montagne e verso il deserto.  
- Mezzi di trasporto dotati di aria condizionata e acqua minerale a bordo (bottigliette da mezzo litro)
- Ingressi ove previsti, acqua durante i tour.
- Tasse e percentuali di servizio.

La quota non comprende:

- Voli di linea dall'Italia e Tasse Aeroportuali: su vostra richiesta / Possibili Voli diretti da Milano Malpensa
- Quota di Iscrizione e Gestione Pratica: € 40,00 a persona.
- Assicurazione Medico Bagaglio (obbligatoria) FILODIRETTO TOUR: € 6,5 a persona
- Polizza Annullamento Viaggio (facoltativa) FILODIRETTO TRAVEL: 3% sul Totale
Visto da RICHIEDERE ON LINE (*) - costo: 5 RIAL omaniti, circa 13 euro; durata massima 10 giorni. Per periodi superiori è previsto un supplemnento.
(*) VISTO: dal 20 Marzo 2018 dovrà essere richiesto personalmente on line registrarsi al sito: https://evisa.rop.gov.om/   nella sezione in home page "REGISTER AS USER"


- Bevande, extra di natura personale e quanto non indicato alla voce "La quota comprende"
- Mance: regolarsi così:€ 5,00 a persona, al giorno - per la guida / la metà per l'autista
- Formula BLOCCO Adeguamento Valutario - Facoltativa: € 40,00 a persona 

Documenti 
Il documento di riconoscimento da presentare è il Passaporto con validità residua di minimo sei mesi dalla data di rientro (per soggiorni turistici fino a 30 giorni).


(**) I cittadini stranieri dovranno fare richiesta di Visto presso l'Ambasciata di Roma e ritirarlo prima della partenza 

RIDUZIONI:
- Terzo letto: solo letti aggiunti - da richiedere
- Bambini (in camera con i genitori): - GRATIS fino a 2 anni compiuti / Forti riduzioni per i BAMBINI fino a 11 anni compiuti 

DISPONIBILITA' HOTEL soggette a disponibilità al momento della prenotazione...

Appunti di Viaggio

OMAN- PRIMAVERA AL PROFUMO DI ROSE

In Oman da fine Marzo e fino a Maggio inoltrato, la regione del Jabal Akhdar (montagna verde), così chiamata per via delle vaste coltivazioni di rose e di frutteti, si colora a seguito della fioritura della rosa damascena, coltivata nei villaggi della zona, base di molti profumi omaniti e usata dagli abitanti dei villaggi per la distillazione dell’attar, l’acqua di rose, utilizzata nella cucina tradizionale. 


Jabal Al Akhdar, situato a oltre 2.000 m sul livello del mare, è un paradiso per escursionisti e gli amanti del trekking. Il fresco clima montano permette la coltivazione a terrazza di frutta e fiori lungo i fianchi delle montagne. Nei secoli, gli addetti alla distillazione dell’attar aspettano la primavera per cogliere le rose: il processo di distillazione prevede il loro riposo in una ciotola di argilla (il borma) per 90 giorni fino alla distillazione vera e propria. 


Quindi, l’acqua di rose viene usata come rimedio omeopatico per curare il mal di testa, ma anche come profumo oppure addirittura per insaporire il caffè e il cioccolato. Infine, dopo un pasto, è utilizzata per aspergere gli ospiti. Il Jabal Akhdar ed il magnifico altopiano chiamato plateau di Sayq, con i sentieri di montagna ed i wadi, la possibilità di fare canyoning, viaggiare in 4×4, fare trekking, arrampicata e mountain bike, speleologia e escursioni del massiccio Hajar, sono quanto di più inaspettato in una terra come l’Oman, che comunemente viene associata al deserto. 
La zona offre anche parecchie attrazioni per gli appassionati di storia e cultura, tra cui la via dei forti; il pittoresco mercato del bestiame di Nizwa che ha luogo all’alba ogni venerdì; il castello di Jabreen e il forte di Bahla, patrimonio culturale dell’UNESCO. Inoltre, la regione montuosa dell’Oman ospita numerose strutture in cui pernottare secondo i gusti di qualsiasi tipologia di viaggiatore, dall’amante del trekking al patito dell’eco-chic: Sahab Hotel - a 55 km dal centro di Nizwa, amato anche dagli omaniti per il ristorante, è realizzato secondo l’architettura tradizionale dei villaggi della zona e ha una posizione magnifica a strapiombo su un canyon, oltre ad un facile accesso a tutte le attrazioni più imperdibili della città. Organizza attività quali la visita dei laboratori di attar, passeggiate a dorso di mulo, star-gazing. The View: arroccato su una lastra di roccia rialzata, affacciata sulle montagne e sulle valli circostanti, il The View è un rifugio eco-chic composto di tende di lusso immerse nella natura prepotente del massiccio di Hajar. La sua posizione lo rende ideale per i visitatori che vogliono fare trekking ed escursioni sul Jabal Shams, la montagna del Sole.
Alila Jabal Akhdar: a 2.000 metri sul livello del mare, l’Alila Jabal Akhdar è un resort dal lusso discreto e dal design sofisticato, ispirato alla vita nei villaggi del massiccio di Hajar. Costruzioni in pietra, piccoli falaj (sistema di irrigazione tradizionale omanita) che si snodano lungo il resort, yoga e una SPA unica nel suo genere, infinity pool a strapiombo su un canyon, corsi di cucina omanita rendono Alila un’oasi di benessere unica. 
Anantara Jabal Al Akhdar Resort & Spa 5 stelle è aperto da luglio 2016: si tratta dell’hotel a 5 stelle più alto del mondo, immerso in un magnifico panorama montano e improntato al relax grazie alla presenza di una Spa che comprende un bagno termale creato con delle risorse eco-sostenibili della zona.

Il CLIMA


L’Oman è diviso in tre zone climatiche: a Nord e ad Est il clima è Mediterraneo, mentre il Sud e l’Ovest godono di una influenza tropicale con l'arrivo di aria fresca portata dai Monsoni da Giugno a Settembre. Nel Centro del Paese prevale un clima desertico. L’Oman gode di due stagioni: un’estate di otto mesi (da marzo a ottobre) e un inverno di quattro mesi (da novembre a febbraio); le temperature variano anche in base all’altitudine e alle diverse regioni.
L’inverno è caratterizzato da temperature diurne comprese fra 25° e 30° C sulle coste e in pianura, fra i 15° e i 25° C al di sopra dei 1.800 metri, mentre l’estate  è caratterizzata da una grande differenza in termini climatici fra il Nord e il Sud del Paese. La Regione Meridionale del Dhofar è soggetta ai fenomenici monsonici con temperature che si aggirano fra i 25° e i 30° C, una forte umidità e correnti marine più accentuate.
Nei mesi più caldi, da Maggio a Settembre, a Nord e nel Centro dell'Oman, le temperature superano i 40°: si possono visitare le zona interne e montuose del Paese, effettuare soggiorni mare o praticare il diving e snorkeling (la visibilità dei fondali è migliore).
Importante:
Al Sud, nella regione del Dhofar e a Salalah, da Luglio a tutto Settembre, i monsoni estivi rendono difficile effettuare sia tour che soggiorni mare. Le abbondanti piogge rendono l'aria carica di umidità... l'ambiente è molto suggestivo ma difficile per chi non è abituato a questo clima.

OMAN, Terra da Mille e Una Notte


L'antica Magan, come i testi mesopotamici chiamavano l'odierno Oman, è leggenda per gli appassionati delle "Mille e una notte", che conoscono questi luoghi grazie alle avventure di Sindibàd (più noto con il nome di Simbad): il più grande marinaio della letteratura mondiale, solcava mari, incontrava mostri, naufragava in territori spaventosi.
Tutti abbiamo sentito parlare della Regina di Saba. Si narra che il suo regno fosse proprio nel Dhofar.
E cosa dire dell'incenso... richiestissima, la preziosa resina veniva pagata in oro. Era usata come medicinale, nella cosmesi, per le imbalsamazioni ma soprattutto nelle funzioni sacre. Ovunque serviva a fini devozionali. Il suo nome scientifico è Bosweilla sacra.
Un viaggio in Oman oggi ha spesso il sapore dell'avventura e rivela innumerevoli bellezze naturali, una storia con testimonianze culturali di 5000 anni fa, litorali incontaminati, piccole città dove la vita ha ritmi lenti e gente amichevole che non soffre la povertà.

L'Oman è la destinazione ideale per chi è in cerca di autentiche atmosfere orientali e una meta sicura.
Dalla regione del Dhofar, a Sud, provengono le sue origini
Con 1700 chilometri di coste, i wadi e le montagne, il Sultanato dell'Oman è uno stato asiatico situato nella porzione sud-orientale della penisola arabica.
Ha un’estensione maggiore dell’Italia ma conta solo 2.400.000 abitanti. La popolazione si concentra in due aree geograficamente distinte: il Nord e il Dhofar, separate da un’ampia distesa desertica di circa 800 km che si caratterizza per la presenza del deserto di sabbia (Rub al-Khali), il Sabkha (lago salato di Um Al-Samin) e l’Hamadas, cioè il deserto roccioso di Jiddat el Harassis e le dune (Sabbie di Wahiba).

CITTA'
IMPORTANTI

Muscat

...è la capitale dell’Oman nonché la città più grande del Sultanato. Porto commerciale sull'omonimo golfo di fronte alle coste iraniane, conosciuto fin dal II secolo per la preziosissima resina che da qui veniva trasporta verso il Mediterraneo. Oggi la città conserva un aspetto medievale la cui fortuna economica è dovuta principalmente alla posizione geografica e al clima temperato grazie all’influenza dei monsoni africani, elementi che la rendono una meta interessante e gradevole.
Bellissime le due roccaforti: Al Jalali e Al Mirani.
Altrettanto bella è la Moschea del Sultano Qaboos, la terza più grande del mondo e luogo di culto più importante dell’Oman. I visitatori possono entrare per ammirare gli interni e il più grande tappeto persiano del mondo tessuto in seta. Indispensabile per la visita abbigliamento sobrio: le donne devono avere il capo, le gambe e le  braccia coperte, gli uomini camicia e pantaloni lunghi.
Muscat è l’unica città della penisola arabica che può vantare una Royal Opera House, inaugurata nel 2011 per volontà del Sultano Qaboos Bin Said con la rappresentazione di "Turandot" di Giacomo Puccini nel nuovo allestimento del M° Franco Zeffirelli. Ogni anno vengono rappresentate importanti opere liriche, musicali, balletti ecc..
Interessanti anche i musei, in particolare il Museo Muscat Gate che ripercorre le tappe fondamentali della storia della città dalla fondazione ai giorni nostri.
Il Mutrah Suq è il più famoso mercato della città. Qui le bancarelle straripanti di merci di ogni tipo. 
Note: diving a Muscat
La ricchezza dei fondali rende il Sultanato dell’Oman una destinazione ideale anche per gli amanti delle immersioni che vengono proposte da numerose agenzie locali. Negli ultimi anni il diving è divenuto uno sport che ha ottenuto un grande prestigio anche grazie alla riserva naturale delle Isole Daymanyat: un gruppo di 9 isolotti situati a 1ore e 30 di viaggio da Muscat che offre uno spettacolo naturale di immensa bellezza grazie ai coralli e un’abbondante flora marina, incluse le tartarughe marine, che si riproducono in quest’area. I club diving a Muscat organizzano delle escursioni più o meno regolari in base alla stagione.
Gli oltre 25 bellissimi siti diving ospitano oltre 900 specie di pesci e 85 varietà di coralli: qui è infatti possibile osservare gorgonie tropicali, razze, squali neri a tante altre specie. La grotta dell’isola di Fahal e la baia di Bandar al Khiran sono tra i siti diving più famosi. La zona del Dhofar è una destinazione poco esplorata: questa è l’unica regione in cui le acque tropicali coabitano con quelle della regione temperata (è possibile grazie alla presenza dei monsoni che fanno risalire le correnti fredde in superficie).
Tradizioni ed eventi a Muscat
Royal Opera House di Muscat : la città è l’unica della penisola arabica che può vantare una Opera House. Inaugurata nell’ottobre del 2011 propone spettacoli vari come balletti, recital, concerti jazz, opere liriche. Il Sultano appassionato di musica, lo ha fatto realizzare nel cuore della città e testimonia lo sviluppo culturale del Sultanato.
Muscat Festival (fine gennaio-fine febbraio 2013): per scoprire al meglio la cultura omanita.

Bahla

Cittadina di indicibile fascino situata nella regione di Ad Dakhiliyah, nella parte centro-settentrionale dell’Oman. Bahla è famosa in tutto il paese per le sue ceramiche e per l’antico Fort Bahla, tutelato dall’UNESCO come Patrimonio mondiale dell’umanità.
La città sorge in un’oasi circondata da un’area desertica caratterizzata dal susseguirsi di basse e spoglie colline.
La storia di Bahla è strettamente legata a quella dell’omonimo forte, costruito tra il XIII ed il XIV secolo e rappresentò una roccaforte inespugnabile.

Jabreen
Il forte di Jabreen costruito nel XVII secolo è forse uno degli esempi più belli dell’architettura militare omanita in perfetto stato di conservazione. La fortezza aveva una doppia funzione: militare e residenziale. Splendidi i soffitti intarsiati e le numerose stanze corredate con oggetti d’epoca. Il forte è nella lista dei siti protetti dall’UNESCO.

Al Hamra
Paese semi abbandonato che tanto richiama lo stile yemenita. Hamra è famosa per le sue case di fango e il grande palmento.

Misfat
Misfat Al Abrein, pittoresco villaggio arroccato sul fianco di una montagna, circondato da dirupi e da piantagioni di datteri. Un luogo incantevole dove il tempo sembra essersi fermato; sarete colpiti dalla semplicità e dalla disponibilità dei suoi abitanti.

Nizwa
Detta anche Perla dell’Islam, Nizwa è un importante centro religioso e commerciale posizionato in maniera strategica tra la costa attorno a Muscat e l’interno del paese nella regione Ad Dakhiliya. Antica capitale dell’Oman la città crebbe attorno ad un suq e ad una splendida fortezza. Tra il VI ed il VII d.C. la città conobbe il suo massimo splendore e successivamente rimase sempre un importante snodo commerciale, culturale ed istituzionale.
Meraviglioso il suo centro storico, tra i più antichi e meglio conservati dell’Oman: la fortezza è di forma circolare e risale al XVII secolo
Il suq, circondato da imponenti mura con bellissimi portali in legno, sorge all’ingresso della città e si sviluppa tra stretti vicoli, archi e palazzi incorporati nelle mura. Nel suq oltre alla vendita diretta di cibi, spezie e tessuti, gli artigiani realizzano e vendono manufatti in argento e rame. Ogni venerdì mattina, ad un’estremità del suq, si tiene il mercato del bestiame, a cui partecipano decine di allevatori della zona con i loro capi, prevalentemente vacche, capre e pecore. Il luogo di culto più importante di Nizwa è la Masjid Sultan Qaboos, un’imponente moschea, con la sua cupola blu e dorata.

Nakhl
Nakhal famosa per le sue sorgenti calde ed un maestoso forte,

Barka
Situata a 80 km a ovest di Muscat, la cittadina conserva una Fortezza e un’abitazione tradizionale restaurata in grado di dare un’idea di come vivessero i ricchi omaniti delle passate generazioni

Sur
Sur città portuale sulle coste del Golfo di Oman. Fondata intorno al VI secolo Sur crebbe grazie ai fiorenti traffici mercantili lungo le coste del Mar Arabico. La crescita della città subì un drastico ridimensionamento verso la fine dell’Ottocento con l’apertura del Canale di Suez.
Oggi Sur rappresenta una località ideale per rilassarsi in riva al mare senza essere assediati da folle di turisti. La cittadina, infatti, è pressoché sconosciuta al turismo di massa e vanta lunghe spiagge sabbiose, un mare limpido e caldo ed un clima straordinario. Oltre al relax balneare è possibile effettuare escursioni naturalistiche come quella a Ras Al Hadd, spiaggia dove le tartarughe marine nidificano, o la traversata a dorso di cammello del Wahiba Sand, uno spettacolare deserto che si estende poco distante da Sur. Gite in barca e snorkeling per ammirare i fondali oceanici.

Salalah

La seconda città dell'Oman, ma completamente diversa da Muscat. Situata nell’unico angolo d’Arabia colpito dal monsone estivo indiano, è la miglior base di partenza per la visita dei villaggi e dei siti archeologici dell'Oman meridionale. Le rovine di Al-Balid, dov'era situata l'antica città di Zafar, sono a 5 km a est del centro, sulla costa. Lungo la strada che porta a Mughsail, circa 5 km a ovest di Salalah, ci sono alcune bellissime spiagge.

OMAN - IL DIVING
Oasi di corallo: diving nel Sultanato dell’Oman
Il fascino dell’Oman si estende oltre il deserto e i massicci: il Sultanato sta rapidamente affermandosi quale meta ambita per le immersioni subacquee in Medio Oriente. Merito dei fondali del Mar Arabico, popolati dalla fauna marina che trova rifugio nella barriera corallina e della riserva naturale delle isole Damaniyat, al largo delle coste davanti alla città di Barka, riserva naturale marina dell’Oman.
Gli amanti della natura, non potranno mancare di farvi visita, in quanto luogo eccezionale, noto per i suoi giardini di corallo e l’abbondante fauna acquattica.
Le Daymaniyat sono un parco marino protetto che comprende 9 isole disabitate, punto di stazionamento per gli uccelli migratori ed area di riproduzione per le tartarughe. Questo piccolo arcipelago è costituito da tre gruppi di isole ed isolotti che si estendono da Ovest verso Est e ciascun gruppo di isole prende il nome dalla sua posizione geografica: Western Islands, Central Islands ed Eastern Islands. 
Molto suggestive all'esterno con la loro conformazione brulla che si affaccia in specchi d'acqua cristallini, le Daymaniyat offrono il meglio di loro sotto la superficie del mare, con un paesaggio subacqueo fantastico caratterizzato da un entusiasmante brulicare di vita. La quantità e la varietà di pesci lascia sbalorditi anche i subacquei più esperti: si contano più di 85 specie di coralli e 900 specie di pesci, dal pesce di barriera a quello pelagico, come squali leopardo, barracuda, tartarughe e non di rado lo squalo balena.
Intorno alle isole sono attualmente disponibili 17 punti di immersione, la cui profondità varia in genere dai 9 ai 30 metri. Per immergersi nel parco delle Daymaniyat sono necessari speciali permessi giornalieri (anche per lo snorkeling). I permessi sono nominativi, non cedibili e non rimborsabili. E' consigliabile prenotarli in Italia.
Le immersioni alle Daymanyat possono essere effettuate tutto l'anno. La temperatura dell'aria oscilla intorno ai 26/30°C in inverno, fino ad arrivare ai 40°C in estate; quella dell'acqua intorno ai 23°C in inverno ed ai 30°C in estate. E' consigliabile l'utilizzo di una muta in neoprene da 5 mm. (3 mm. in estate). Il mare omanita è ricco di plancton e soggetto a particolare fenomeno chiamato "upwelling": movimento di risalita delle acque fredde dalla profondità verso la superfice che favorisce la produttività biologica apportando nutrienti minerali. Per questo motivo la visibilità dell'acqua in Oman è ridotta e può variare repentinamente da un giorno all'altro; questo fenomeno dà luogo ad una ricchezza di vita straordinaria così come il quantitativo e la dimensione dei pesce fuori dal comune. La visibilità migliore va da marzo a novembre e può variare dai 5 ai 20 metri.


Mappa

Vuoi maggiori informazioni su questa offerta?

Compila il modulo qui sotto e ti contatteremo per creare insieme il tuo viaggio


Riferimenti contatto


Tutto quello che vuoi raccontarci (domande, richieste particolari, altro...)


Newsletter X

Non perderti le migliori offerte della settimana!
Lascia qui la tua email per ricevere ogni settimana le offerte più interessanti e uniche!